• +39 09841716330
  • company@wesmart.it
  • Via A. Monaco, 20, 87100 Cosenza

TESS – TECNOLOGIE A SUPPORTO DELLA SANITÁ

  1. TESS – TECNOLOGIE A SUPPORTO DELLA SANITÁ

TESS è un progetto di ricerca industriale e sviluppo sperimentale presentato sul PON REC MIUR 2007-2013, D.D. 84/Ric del 02/03/2012, Smart Cities and Communities and Social Innovation e WeSmart si configura come fornitore di servizi di Ricerca & Sviluppo.

La proposta progettuale TESS mira alla realizzazione di un sistema integrato per l’ottimizzazione di risorse nel settore sanitario calabrese, che risulta ancora debole sotto il profilo dei livelli di servizio garantiti alla clientela e che, in relazione ad essi, risulta troppo oneroso e costoso.

TESS intende cogliere la sfida di riuscire a contribuire allo sviluppo territoriale calabrese, mettendo a disposizione strumenti avanzati di alto contenuto tecnologico. L’obiettivo è sviluppare un sistema innovativo, un sistema a supporto delle decisioni, che possa razionalizzare l’uso delle risorse per la distribuzione di prodotti farmaceutici sul territorio. Il sistema avrà due livelli di innovazione sociale. In primis il suo “motore” sarà basato su moderne tecnologie basate su modelli matematici avanzati e allo stato dell’arte della Ricerca Operativa, della Statistica e del Data Mining, per costruire un sistema in linea con i piani della Regione Calabria che intende realizzare un nuovo, meno costoso, più efficace ed efficiente sistema sanitario. TESS contribuirà a far contenere la spesa pubblica nel settore sanitario garantendo comunque adeguati livelli di servizio e possibilmente migliorandoli. In secondo luogo, il focus di TESS è l’approccio integrato al sistema della movimentazione dei farmaci sul territorio. Il sistema a supporto delle decisioni mirerà a supportare efficacemente ed efficientemente la definizione di tutte le scelte organizzative dell’intero sistema di gestione della distribuzione di prodotti farmaceutici sul territorio, siano esse di tipo tattico, strategico e operativo e soprattutto considerando l’intero set di vincoli operativi e di scenario specifici di tale settore e le varie restrizioni riferite alle peculiarità del territorio su cui si va ad operare.

In altri termini, con il progetto TESS si vuole sviluppare un sistema di supporto alle decisioni in grado di aiutare il management sanitario ad effettuare le scelte di localizzazione e di gestione dei presidi sanitari, piuttosto che dei centri di distribuzione e di stoccaggio delle scorte in funzione di parametri sperimentali dedotti da condizioni geografiche e demoscopiche.

Entrando più nel dettaglio il progetto TESS è stato suddiviso in due ambiti d’intervento:

  1. Localizzazione e integrazione dei presidi ospedalieri
    La riorganizzazione del sistema sanitario, in un’ottica di razionalizzazione dell’uso delle risorse, ha condotto alla chiusura di diversi presidi ospedalieri sul territorio regionale. Tuttavia, le decisioni non sono state supportate da una analisi adeguata delle reali esigenze di domanda di servizi sanitari espresse dai cittadini. In tale ambito, l’idea è quella di sviluppare dei modelli decisionali di localizzazione dei presidi ospedalieri, basati sulle reali esigenze del territorio. In particolare, verranno sviluppati modelli di selezione e allocazione di hub, che tengano in conto, nel selezionare i presidi ospedalieri da mantenere attivi o meno, parametri oggettivi quali, ad esempio, i tempi di percorrenza delle utenze assegnate a ciascun presidio o la presenza, a distanze ragionevoli e anche attraverso l’aggregazione di più presisi ospedalieri, di tutti i servizi sanitari essenziali.
  2. Localizzazione e gestione di centri di distribuzione e stoccaggio delle scorte sanitarie
    A partire da un’analisi dell’attuale localizzazione dei centri di distribuzione e di stoccaggio delle scorte sanitarie, si procederà all’individuazione di eventuali nuovi centri di stoccaggio e alla riorganizzazione degli esistenti con l’obiettivo di fornire ai cittadini un servizio più efficiente in termini di disponibilità dei farmaci nei tempi e nelle quantità richieste. Dal punto di vista della gestione dei centri, verranno definite opportune politiche di gestione delle scorte, in un’ottica di minimizzazione dei costi di emissione degli ordini e di stoccaggio, tenendo conto delle particolari caratteristiche dei beni in questione, ovvero deperibilità elevata e stagionalità della domanda.
Condividi!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn