• +39 09841716330
  • company@wesmart.it
  • Via A. Monaco, 20, 87100 Cosenza

POSCREEN

  1. POSCREEN

POSCREEN è un progetto di ricerca industriale e sviluppo sperimentale presentato sul POR Calabria FESR 2014-2020, Sostegno alla creazione di microimprese innovative startup e spin-off della ricerca, Linea 1.4.1 e WeSmart si configura come fornitore di servizi di Ricerca & Sviluppo.

POSCREEN intende promuovere uno strumento integrato di raccolta dati innovativo per la valorizzazione e la prevenzione dell’analisi posturale. Difatti, la maggior parte delle analisi posturali classiche non consentono di avere una panoramica completa ed a 360° della postura dell’individuo, inducendo a valutazioni soggettive ed a perseguire un approccio sintomatico (ovvero si cura solo dove c’è il sintomo, ma non si risale alla causa).

Per il raggiungimento di tali obiettivi, è stato pensato un intervento suddiviso in una parte di ricerca industriale, ed una di sviluppo sperimentale. La ricerca industriale ha riguardato una ricerca pianificata, atta alla definizione e l’implementazione di modelli numerici per la simulazione strutturale di un case e di una speciale pedana montante di un sistema integrato per la raccolta dati. Le simulazioni computazionali sono servite per il corretto dimensionamento a seguito di sollecitazioni statiche e dinamiche tramite analisi FEM (Analisi agli Elementi Finiti). Lavorando in ambiente CAD 3D, si è generato un modello tridimensionale del macchinario nella sua intera movimentazione, ed è servito per il corretto bilancio della movimentazione dei bracci e delle parti mobili. Una volta definiti gli ingombri necessari alla struttura base, si è provveduto al settaggio ed al tuning di un sistema fisico ottico per il rilevamento dei punti di repere atti alla ricostruzione non invasiva 3D della colonna vertebrale, per determinare le distanze necessarie ed il fissaggio rigido delle fotocamere per garantire un’analisi oggettiva e non incorrere in errori sistematici di rilevazione. Infine si è testata la pedana del prototipo, confrontandola con una disponibile sul mercato e con un podoscopio, settando il sistema di acquisizione dati con il sistema ottico atto ad analizzare ed investigare la postura dinamica dell’individuo nonché valutare il movimento del baricentro corporeo in condizione orto-statiche.

È stato elaborato un algoritmo per lo studio e la simulazione di processi di ricostruzione 3D della colonna vertebrale e di calcolo di angoli e segmenti corporei. Si è quindi progettato e messo a

punto la struttura hardware e software per la ricostruzione 3D della colonna vertebrale in ambiente Unity, necessaria per elaborare le acquisizioni digitali ottenute dai punti di repere rispetto alla struttura corporea morfologica frontale, posteriore e sagittale. Si è provveduto all’investigazione ed al confronto dei risultati ottenuti comparandoli con un apparato termografico, che ha consentito di eseguire un’analisi termica del paziente, per rilevare e localizzare anomalie termiche (incrementi o decrementi di temperatura rispetto la norma) a livello della superficie della pelle.

In conclusione, si è analizzato e dimensionato un dispositivo a giroscopio per monitorare il movimento del rachide cervicale e rilevarne lo spostamento angolare. Il sistema di acquisizione dati ha consentito inoltre, l’osservazione dell’appoggio plantare, la misurazione di inclinazioni, lunghezze ed angoli del corpo, rilevando possibili squilibri posturali della colonna vertebrale. Ciò è stato necessario e propedeutico per la validazione dei modelli numerici e per il collaudo dell’ambiente necessario ai test sperimentali.

Al fine di validare i modelli e di funzionalizzare i risultati ottenuti, si è sfruttato un sistema di testing sperimentale e la relativa sensoristica. Si è avviata quindi la fase di sviluppo sperimentale: dalla validazione alla raccolta di dati fondamentali: sesso, altezze, dimensioni, peso, colonne diverse, in modo da costruire un

database da utilizzare per le analisi delle performance.